[Intervention] Observations sur les conséquences financières d’une crise politique : l’expulsion des Florentins de Venise vue de la comptabilité Salviati, 1451-1454 (Matthieu Scherman)

Istituto F DatiniDans le cadre de la XLVII Settimana di Studi de l’Istituto Datini sur le thème « Le Crisi finanziarie : Gestione, implicazioni sociali e conseguenze nell’età preindustriale » (Prato, 10-13 mai 2015),  intervention de Matthieu Scherman   :
Observations sur les conséquences financières d’une crise politique : l’expulsion des Florentins de Venise vue de la comptabilité Salviati (1451-1454)

I Fiorentini avevano fatto da Venezia il maggiore centro finanziario ma, nel giugno del 1451, il Senato decide di estrometterli. Il fatto politico è conosciuto. Però, non c’è stata una riflessione economica e finanziaria, ma anche di gestione economica di una crisi politica. La destabilizzazione del mercato dei cambi europei non è stata assai messa in rilievo. Un segno dell’importanza economica della faccenda è la celerità con la quale i Fiorentini sono richiamati a Venezia (dopo la pace di Lodi nel aprile 1454).
I registri contabili della famiglia fiorentina dei Salviati offrono uno punto di osservazione privilegiato della situazione provocata dalla decisione politica. In effetti, i flussi finanziari si riducono fortemente durante il periodo che si può definire come un momento di crisi finanziaria. I registri della compagnia (Londra, Firenze e Pisa) sono più piccoli, segno di un numero di operazioni molto più ridotto. Per la compagnia di Londra, che tira lettere di cambio indirizzate verso Venezia con regolarità – una sessantina di operazione tra il 1445 e il 1448, più di un centinaio tra 1448 e il mese di maggio 1451 – la decisione provoca forte turbolenza per la compagnia. Per Venezia, solo una decina d’operazioni è registrata tra il mese di giugno 1451 e il mese d’agosto 1453. L’insieme dei circuiti finanziari del mercato dei cambi europei è destabilizzata perché nessuna piazza viene sostituire Venezia nelle trasferte di denaro.
L’analisi economica dell’espulsione dei Fiorentini di Venezia offre la possibilità di esaminare il mercato europeo durante una crisi. Così, le fonti conservate nel fondo Salviati permettono di riflettere sulle conseguenze finanziarie di una crisi politica di “courte durée” alla fine del Medioevo e sulla sua gestione economica.


Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée.

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.